L’effetto Mayer++

Per la settimana di Pasqua sono tornato a casa. Dieci giorni di ferie sia dal lavoro che dal blog, dediti a un genuino relax: sonni tranquilli, ottimi pasti preparati da mia madre, serie televisive viste senza sosta, birre e risate con gli amici ma soprattutto cagate abbondanti e soddisfacenti. I risultati sono stati così appaganti che mi sono chiesto il perché. Sarà grazie a quella vecchia tazza su cui si è trascorso tanto tempo in gioventù? Sarà per la forma o la temperatura della ceramica? Sarà per la genuinità dell’alimentazione materna, che premia l’attività intestinale? Sarà per il distacco da una vita lavorativa ricca di stress e di impegni? Ci possono essere diversi fattori, ma fra questi fattori ne emerge uno davvero significante.
Continua a leggere

Il coefficiente Biscottina, ossia la grande scoperta del Prof. Asinelle

Bisogna ammetterlo: voi donne siete affette da una forma di oscurantismo quando si tratta di uomini. Vi lasciate condizionare da pareri di amiche, da riviste senza revisione paritaria, da siti e forum ricchi di stereotipi sul sesso maschile. Molto spesso non riuscite a trovare le risposte ai vostri dubbi, oppure arrivate a conclusioni senza significatività statistica, tipo “gli uomini preferiscono le bionde” oppure “i maschi preferiscono le tettone”, o ancora “tanto preferite sempre le magre”. Ma la risposta a tutti i vostri quesiti era lì, dove non avreste mai pensato di trovarla: nella letteratura scientifica.

A grande richiesta, pubblico sul mio blog la metodologia matematica alla base del coefficiente Biscottina, ossia il criterio empirico usato dagli uomini di tutto il mondo per valutare istantaneamente una donna, già accennato nell’articolo Elevato alla speranza.
Continua a leggere