Nell’attesa…

Nell’attesa che nasca per la duemila quattordicesima volta il pargoletto…

Considerando che in casa non posso ammazzare il tempo con avvincenti partite a tressette (il gioco di Natale a casa 21 è, nomen omen, UNO)…

Poiché non posso ammazzare il tempo perché è vigilia e non si mangia carne (battuta del cazzo)…

Visto che il palinsesto televisivo natalizio è lo stesso da 36 anni e a Natale il debito pubblico s’impenna per pagare le royalties a Tim Allen…


Approfittatore bastardo…

Considerando tutto questo, depennerò “Risolvere equazioni”. Dopo “tenere la contabilità” è l’unica attività che posso depennare subito, dimostrando pubblicamente che razza di secchione che sono. In altre parole, è finita per me la pacchia delle attività facili facili. Le altre 19 richiederanno un certo impegno. Come prova della mia capacità di risoluzione di quella robaccia, vi mostrerò due pagine prese dalle mie tesi di laurea, una in matematica finanziaria, l’altra in statistica per la valutazione dei servizi.

Robbba difficile!
perché se x è un panino, e y è salame, allora xy è un panino al salame q.e.d.

Per carità, non sono mica il Deep Blue. Diciamo che se fossi un computer, sarei più uno Shallow Brown. Per la gente comune sono un genio. Per i matematici sono una capretta. In medio stat 21. Nell’analisi matematica me la cavicchio, anche se per il calcolo integrale ho bisogno di rivedere un po’ gli appunti universitari. Il limite alla mia comprensione è l’algebra lineare, ma ho capito che non riesco ad andare oltre grazie a quell’estate di merda del 2010.

Avevo deciso di frequentare un corso estivo di matematica della durata di un mese a Perugia. Quando vidi per la prima volta convergenze inferiori e superiori di successioni di insiemi sulla lavagna, capì che la matematica con i controcazzi raggiunge un livello di astrazione quasi teologico per un contabile terra-terra come me e che ero stato davvero un coglione a sprecare un’estate di sole e mare sui banchi dell’Università di Perugia con la crème de la crème degli studenti di scienze.

Nonostante fossi la merda del gruppo, quel corso fu un’esperienza molto formativa sul piano personale. Volevo andarmene dopo una settimana per la vergogna e l’umiliazione, ma un compagno di classe mi convinse a restare. Imparai che arrendersi equivale a perdere, mentre vincere non significa sempre eccellere, ma resistere.

Ero (quasi) sempre stato uno studente modello, ma quell’estate ho imparato che esistono diversi gradi di eccellenza, assoluta e relativa. Nel mio caso era relativa al mio piccolo recinto provinciale. Basta affacciarsi in un contesto più grande per imparare il teorema della fragilità dei talenti, ossia che esiste sempre qualcuno più bravo di te.

Tuttavia, il teorema della fragilità dei talenti è fondamentale per apprendere il teorema di convertibilità delle emozioni, ossia che bisogna ammirare chi è più bravo di te, senza rosicare. E dopo quell’estate imparai la lezione. Consiglio a tutti di vivere una simile demolizione personale: si imparano un sacco di cose.

Tornando a Heinlein, personalmente non credo che il tipo pretenda da un essere umano qualsiasi di risolvere l’equazione di Schrödinger, però sono orgoglioso di ammettere che sono fra i pochi al mondo in grado di risolvere l’equazione di Kanegashima-Sciagura:

Sciagurona!

Che, si sa, ammette come soluzione reale “Pasta e Patate” e come soluzione complessa “Polipo di terra”.

Buon Natale cazzuto,

21

Annunci

4 thoughts on “Nell’attesa…

    • Alla Attilio Regolo già con la Kanegashima-Sciagura in programma? Bisogna partire con concetti più semplici, tipo la metrica iperquadratica di Mogol-Battisti.

  1. Alla fine, dobbiamo sapere la matematica che ci serve. Io, ad esempio, uso i sistemi a due incognite per risolvere i “Momenti di logica e di matematica” della Settimana Enigmistica. E con somma soddisfazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...